Questo sito utilizza cookie e tecnologie simili anche di terze parti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa Cookie

Cosa sono i Cookies
Un cookie è un piccolo file di dati che può essere archiviato nella cartella dei files del vostro browser (programma di navigazione, es: Chrome, Internet Explorer, Safari, etc.) quando si accede al nostro sito web. Quando si visita il sito, i cookies potrebbero essere stabiliti da Watford Italia (solo a livello tecnico) o da altre aziende (cookie di terzi parti) quali ad esempio cookies di Google Analytics o altri fornitori di servizi web e vengono impostati solo con il vostro consenso.
 
Cookie di sessione o transiente
Sono cookies temporanei e sono essenziali per il corretto funzionamento delle pagine web visitate, permangono solo mentre si accede a questo sito web e vengono eliminati quando si chiude il browser. I cookies di sessione aiutano ad esempio il sito a ricordare le scelte nella pagina precedente evitando di reinserire le informazioni. Questi cookies non contengono informazioni personali e non possono essere utilizzati per identificarvi.
 
Cookie dell’utente o persistente
Sono cookies persistenti e vengono definiti la prima volta che il visitatore accede al sito e rimane per una durata stabilita dal sito web (normalmente 12 mesi), anche se alcuni strumenti definiscono cookie della durata di cinquant’anni. Il cookie dell’utente aiuta ad identificare l’azione di uno specifico browser che giunge sul sito web considerandolo come visitatore univoco. Il cookie rimane nel browser finchè non lo si cancella volutamente, attraverso azioni manuali o automatiche del
browser usato per la navigazione, finché non si reinstalla il browser o finché non si svolgono altre azioni analoghe.
 
Cookies diretti o di terze parti
Durante la visita delle pagine in cui sono presenti contenuti incorporati, come un video di YouTube ad esempio, si potrebbero ricevere cookies da tali siti web, Watford Italia non ha alcun controllo sull’impostazione di questi cookies che potrebbero rimanere memorizzati nel vostro browser finché non vengono eliminati o fin quando non raggiungono la loro data di scadenza impostata. Qualora ci siano dei dubbi in merito a tali cookies, verificare i siti web di terzi per ottenere ulteriori informazioni sui loro cookies e capire come gestirli.
 
Collegamenti esterni
Per ulteriori informazioni sui cookies visitare: All About Cookies , Garante sulla Privacy , Wikipedia.

Il Consiglio dei Ministri, prendendo atto di una realtà che da più parti e fin dall'inizio era stata denunciata come insostenibile, ha deciso di riconvocare le elezioni dei COMITES in data 17 aprile 2015.

Considero questa decisione, assunta dal Ministro Gentiloni a pochi giorni dalla sua nomina, molto opportuna, doverosa e tuttavia non facile, e desidero ringraziare il Ministro stesso, il Governo nel suo insieme e i Senatori - che hanno approvato l'ordine del giorno in cui si chiedeva lo spostamento delle elezioni - per la sensibilità dimostrata nei riguardi dei cittadini italiani residenti all'estero. 

E' evidente che al rinvio delle elezioni deve corrispondere la riapertura dei termini di presentazione delle liste, ferma restando la validità di quelle già depositate, altrimenti tale decisione non avrebbe senso.

Ora sussistono le condizioni per garantire le dovute informazioni ai cittadini e i tempi minimi occorrenti per adeguarsi alle nuove modalità di voto, in maniera tale da restituire fiducia nella partecipazione e trasparenza, efficacia e dignità ai nuovi organismi che si costituiranno. 

Con questo provvedimento non si risolvono tutti i problemi: occorrono impegno e risorse per disporre una campagna di informazione approfondita. Assume particolare importanza il lavoro della Commissione Affari Costituzionali sulla nuova legge elettorale, alla luce dell'intenzione manifestata da molte forze politiche di confermare il nuovo sistema di registrazione degli elettori anche per le elezioni politiche, e dunque provvedere alla costituzione di elenchi elettorali dei cittadini italiani residenti all'estero che siano stabili e affidabili. 

Confido che con questa decisione si chiuda la stagione delle sperimentazioni improvvisate, dettate da incuria ed esigenze di risparmio mal ponderate, e si proceda verso una riforma coerente della rappresentanza.

Il Comitato per le Questioni degli Italiani all'Estero proseguirà il proprio impegno in questa direzione, garantendo la massima collaborazione con tutti i soggetti coinvolti; colgo l'occasione per ringraziare i colleghi Senatori membri del Comitato, i quali hanno mostrato ancora una volta grande impegno e fermezza nel tutelare i diritti dei cittadini.

 

 

Roma, 11 novembre 2014

 

.